Il 21 e 22 ottobre 2015
Architettura, paesaggi, beni culturali.
Incontri, tavola rotonda e visita guidata ‘esclusiva’ nelle Ville Gentilizie

ISAL e il Sistema delle Ville Gentilizie Lombarde promuovono un convegno per discutere di valorizzazione e conservazione del patrimonio artistico-culturale: appuntamento il 21 a Palazzo Arese Borromeo e il 22 a Villa Visconti Borromeo Litta

Un convegno in due giornate tra le splendide sale di due Ville di delizia: al mattino studiosi ed esperti si confrontano su architettura, paesaggio, valorizzazione culturale e conservazione; nel pomeriggio una visita ‘speciale’ per scoprire le scuderie appena restaurate e una visita esclusiva ai cantieri per il recupero delle antiche Serre Liberty. Questo in sintesi il programma del convegno ‘Brianza, architettura, paesaggi, beni culturali. Studi e prospettive’, promosso da ISAL – Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda e dal Sistema Ville Gentilizie Lombarde.

I temi del 21 ottobre a Palazzo Arese Borromeo
I temi proposti durante il convegno ruotano attorno alla volontà di condividere le azioni e i risultati del progetto “Il Sistema delle Ville Gentilizie Lombarde per EXPO”, iniziativa di sistema, sostenuta da Regione Lombardia, per la valorizzazione di 5 ville gentilizie a Nord di Milano e del Bosco delle Querce per tutta la durata dell’Esposizione Universale. La giornata del 21 ottobre a Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno (Sala Aurora, registrazione ore 9.30), dopo i saluti istituzionali di rito, si apre proprio con la presentazione dei risultati ottenuti con le iniziative di promozione proposte tra marzo e ottobre dal Sistema. Gli interventi successivi, con un taglio più tecnico, affrontano i temi della valorizzazione dei beni culturali e delle potenzialità del patrimonio artistico e paesaggistico nell’area briantea, con un excursus sugli studi storico-architettonici, sull’arte pittorica e sui giardini di Ville e Palazzi nei secoli della loro costruzione. La giornata si concluderà nel pomeriggio con la presentazione del progetto di restauro delle scuderie di Palazzo Arese Borromeo, riaperte nel mese di maggio e fruibili al pubblico, con visita guidata finale.

I temi del 22 ottobre a Villa Visconti Borromeo Litta
Giovedì 22 ottobre la sede del convegno si sposta a Villa Visconti Borromeo Litta di Lainate (Sala della Musica, registrazione ore 9.30): dopo i saluti istituzionali, gli interventi della giornata si focalizzano sull’utilità di mettere a sistema il patrimonio culturale, sul modello del Sistema delle Ville Gentilizie Lombarde, ma soprattutto sull’importanza di una costante attività di conservazione sia dei beni architettonici sia di giardini e parchi storici, proponendo anche nuovi strumenti di comunicazione e fruizione. La giornata di studio e confronto si concluderà, sempre nel pomeriggio, con un evento esclusivo: la visita guidata ai cantieri per il recupero e la riqualificazione delle antiche Serre Liberty di Villa Litta con i professionisti che stanno seguendo i lavori, preceduta da una breve presentazione dell’intero progetto, finanziato da Fondazione Cariplo (un milione di euro) e inserito in un più articolato piano di recupero del complesso monumentale.


Il Sistema Integrato delle Ville Gentilizie Lombarde per EXPO. Nato nel 2010 a chiusura di un percorso di studio avviato da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo, il Sistema Integrato delle Ville Gentilizie Lombarde (www.villegentilizielombarde.org) è riuscito a mettere in rete patrimoni storico-artistici d’inestimabile valore come Villa Arconati di Bollate, Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno, Villa Cusani Tittoni Traversi di Desio, Villa Visconti Borromeo Litta di Lainate, Villa Crivelli Pusterla di Limbiate. Con un rinnovato impegno grazie a Regione Lombardia riprende nel 2015 la valorizzazione del Sistema, aprendosi anche al Bosco delle Querce di Seveso e Meda.

Per contatti: Comune di Cesano Maderno - Ufficio Cultura Tel. 0362 513536 cultura@comune.cesano-maderno.mb.it

L’Istituto per la Storia dell’Arte Lombarda Onlus (ISAL) è una libera associazione di cultura senza scopo di lucro: sin dalla sua nascita nel 1967, promuove, incentiva e sostiene la ricerca sulla produzione figurativa ed architettonica lombarda, divulgandone i risultati con entusiasmo e tenacia. [Continua sul vecchio sito]

© Istituto per la Storia dell'Arte Lombarda - 2013. Tutti i diritti riservati